Saturday, August 1, 2009

Iran - Blogging per la rivolta: Ultimi Aggiornamenti...31 Luglio!

Aggiornato:>>>L'elenco dei Morti, Arrestati e Rilasciati ! <<<

  • Ieri la gente ha partecipato alla commemorazione per il quarantesimo giorno della morte di Neda e tanti altri morti e sono state organizzate manifestazioni in tutto il paese.
video
Gli slogan: Morte a Khamene'i
Vali asr Ave. 30 lug 2009

In Mashhad la gente si e' radunata nel parco di Mellat e ha cantato: "il governo di coup d'etat / vergogna, vergogna", "Non abbiate paura, non abbiate paura / siamo insieme", "Morte alla Russia" e altri slogan contro il governo. Sono stati visti tanti arresti e dicono che i miliziani e i basij correvano in velocita' in mezzo alla gente sulla moto.
video

تهران تقاطع ولیعصر-تخت طاووس
Tehran taxte tavous St. 30 Luglio

In Isfahan davanti all'albergo Kosar e il parco di fronte, era pieno di gente che cantava: " lo stato di coup d'etat / dimettiti, dimettiti" e "morte al dittatore" accompagnate da macchine che suonavano il clacson e mostravano il pollice in segno di vittoria. L'agenzia Amir Kabir riferisce che gli agenti in vestiti borghese e i miliziani cercavano di disperdere la gente, ma non sono riusciti e la gente continuava a raggiungere il posto in gruppi grandi.

Anche in Kianpars nella provincia di Ahvaz tanti si sono radunati e lanciavano gli slogan contro Ahmadinejad e lo stato, e tanti di loro sono stati arrestati sul posto.

video
Ahvaz-Kianpars St. 30 Luglio

Da questa mattina in Shiraz sono state viste, tante forze di sicurezz e la citta' era pieno di militari, nonostante la gente era radunata nel parco di Azadi e la piazza di Gas dove cantavano "Yare Dabstani" che e' una vecchia canzone di sinistra. La gente e' stata attaccata dai miliziani e altre strade in prossimita' di piazza Gas sono state chiuse.

Almeno 50 arresti nelle proteste di Tehran il 30 luglio

  • Clicca qui per gli ultimi video e foto
  • Il pubblico ministro in Iran: Entro la fine della settimana la maggior parte dei detenuti saranno rilasciati.
Secondo IRNA Mercoledi; per conto del pubblico ministero di Iran, Ghorbanali Dari Najaf Abadi; la maggior parte dei detenuti saranno rilasciati nei prossimi giorni. Ha detto che entro Nime Shaban (il giorno religioso dei Shiiti) saranno in grado di investigare sulla situazione dei detenuti.

Dari Najaf Abadi ha insistito sulla facilita' di effettuare contatti telefonici e visitare i detenuti.

In merito alle persone uccise durante recenti incidenti ha detto: un'indagine seria e' in corso dall'ufficio del pubblico ministero e le autorita' giudiziarie e ha detto che loro hanno delle responsabilita' e che stanno svolgendo i loro doveri.

Il procuratore pubblico ha aggiunto: secondo gli ordini emessi dalla Guida Spirituale; stiamo indagando su tutte le denuncie e accelleriamo il processo.
  • I numero degli studenti universitari arrestati e' incerto
La persona responsable per tutte le universita' delle varie citta', ha informato il comitato di formazione e ricerca, che gli studenti universitari arrestati sono stati rilasicati e che nessun studente e' morto. Pertanto solo pochi studenti, dalle universita' di Tehran, sono rimasti in detenzione. Mohammad Hasan Dogani, il membro del comitato di formazione e ricerca che e' anche un membro del comitato degli indagini sugli studenti recentemente arrestati, in risposta al giornalista IRNA relativamente al numero degli arrestati ha detto: sfortunatamente non abbiamo l'elenco completo degli studenti arrestati. Ma la polizia ci ha promesso che avrebbe fornito un elenco completo degli studenti e i membri dei consigli studenteschi in detenzione.

  • Ultime notizie sui detenuti
Ieri contrariamente a quanto precedentemente comunicato, Saeed Hajarian, non e' stato rilasciato. Ma, Mohammad Ravasoli il capo dell'ufficio politico del movimento di liberta', Aida Mesbahi il giornalista e Shadi Sadr, l'avocatessa, sono stati rilasciati. Alcune famiglie dei detenuti sono stati avvertiti di provvedere e procurare il denaro da depositare come cauzione. Ayda Mesbahi e' una giornalista che e' stata rilasciata su cauzione dopo 37 giorni. Mohammad Tavasoli e' stato rilasciato e tornato a casa lunedi sera. Secondo alcune notizie, Abdul Fattah Soltani, avvocato, e Abdul Reza Tajik, giornalista, sono stati avvertiti di preparare la cauzione per il loro rilascio. Anche gli amici vicini a Mohammad Atrianfar hanno riferito cha Mohammad avrebbe stabilito contatto con la sua famiglia e gli avrebbe rassicurati sulle sue condizioni di salute.

Famiglie delle donne arrestate che non hanno ricevuto nessuna notizia durante questo periodo sono preoccupate per i loro cari. La famiglia di Hengame Shahidi e Smaie Tohidloo hanno riferito che sono preocupate per le loro figlie in quanto non hanno potuto contattargli. Secondo alcune notizie, la famiglia di Zhila Baniyaghoob ha potuto vedere lei e il suo marito Bahman Ahmadi nella progione di Evin separatamente.

Le famiglie di Abdul Reza Tajik e Mahsa Amirabadi sono riuscite a vedergli ieri nella prigione di Evin. Le notizie indicano che ieri le famiglie di Saeed Lailaz, Ahmad Zaidabadi, Ali Tajernia e Kave Mozafari si sono radunati davanti alla prigione di Evin e hanno chiesto di poter visitare i loro cari.
  • Mohammad Poor Abdulah lo studente e l'attivista politico e' stato detenuto illeglmente nella prigione di "Droga"
Mohammad Poor Abdulah uno studente universitario, che era stato arrestato il 2 Bahmn 1387, accusato di aver agito contro la sicurezza nazionale, dopo 40 giorni di detenzione nella cella di isolamento della prigione di Evin e' stato trasferito a Ghezel Hesar (La prigione di "Droga" dove sono detenuti i condannati per il contrabando di droga) da ormai oltre 4 mesi. Prima del suo arresto, mohammad era stato sottoposto a molta pressione da parte del ministero di intelligence. Mohammad Poor Abdulah ha detto che non accetta le accuse su di lui e che non ha mai agito contro la sicurezza nazionale o partecipato alle propagande contro il paese. Lui ha anche negato collaborazione con qualsiasi gruppo di opposizione e ha affermato che le sue attivita' erano soltanto limitate alle richieste studentesche per ottenere piu' liberta'.

  • La confessione del PM all'esistenza di una caserma usata per le detenzioni presso gli uffici del ministero d'interno. Agenzia stampa di Amir Kabi: Dopo quasi un mese e mezzo, in seguito alla scoperta di una caserma presso gli uffici del ministero, dove sono stati detenuti e torturati gli studenti del campus universitario di tehran, Kazem Jalali il porta voce del comitato di sicurezza ha confessato dell'esistenza di questo carcere. Jalali ha detto a un gruppo dei giornalisti, il comitato degli indagini ha ricevuto informazioni in merito alla "Caserma di Detenzione al piano -4" presso gli uffici del ministero dove i manifestanti sono detenuti. Il comitato sta svolgento degli indagini sulla situaizone.

  • Sardar Iraqi: La morte di Neda Agha Soltan e' stato orchestrato, non stiamo giocando; e chiunque alzi la voce contro il regime sara' seriamente affrontato.

Il capo del commando del Corpo Militare Mohammad Rasullah, facendo riferimento alla morte di Neda Agha Soltan, ha detto: questo incidente si e' verificato in una delle strade secondarie dove nessun Basij o gli agenti delle forze di sicurezza erano presenti. Il video della sua morte fa vedere che l'incidente e' stato pianificato prima.

Sardar Iraqi rispondendo ad alcuni studenti universitari ha detto: come gia' confermato dai nostri leader questa e' stata una vera sedizione; che per tanti politici e fedeli del regime, ha reso difficile riconoscere la verita'. Ha poi detto che non stiamo giocando con nessuno. Chi cerca di agire contro il regime sara' affrontato in una maniera molto dura.

  • ISNA: Il capo della prigione di Evin: 90 detenuti delle recenti manifestazioni sono stati rilasciati
Stanotte 90 detenuti delle recenti manifestatzioni sono stati rilasciati e probabilmente un gruppo di 40 saranno rilasciati oggi. Il capo di Evin annunciando questa notizia ha detto a ISNA: stanotte 7 membri del parlamento hanno visitato la prigione tra le ore 17 e le ore 22 e hanno parlato con molti detenuti. Ha detto che altri 40 detenuti saranno anche presto rilasciati su cauzione.
  • Masoud Pezeshkian: I test scientifici hanno escluso che Mohsen Ruholamini sia morto a causa di meningite in prigione!
Masoud Pezeshkian un membro del comitato islamico e il ministro della salute durante la presidenza di Khatami ha detto: i test scientifici hanno escluso che Mohsen Ruholamini sia morto a causa di meningite. La dichiarazione che MR sia morto dalla meningite era stata preannunciata da Saeed Mortazavi il capo procuratore di Tehran in risposta alla situazione dei detenuti nella prigione.
  • La cerimonia del giuramento di Ahmadi Nejad alla presidenza sara' tenuta il 12 Mordad!
Secondo le agenzie stampa in Iran Mahmud Ahmadi Nejad sara' ufficialmente assegnato come il presidente da Aiatollah Khamenei durante la cerimonia di giuramento prevista per il 12 Mordad Secondo l'ammendamento 110 della costituzione nella Repubblica Islamica; l'elezione del presidente del popolo deve essere approvata dalla Guida Spirituale.
  • La madre di Neda, Hajer Rostami Motlagh, che aveva precedentemente dichiarato la propria intenzione di andare alla tomba di sua figlia per il servizio di commemorazione ha detto ieri che per motivi non specifici lei e la famiglia avevano annullato la visita a Behesht Zahra.

video
  • Il nome e l'identita' di un'altro sostenitore del Movimento per la Liberta' che era stato ucciso, ora e' rivelato. Mostafa Kiarostami che la sua unica colpa era di aver partecipato alla prima preghiera di venerdi segnato color "verde", era picchiato con bastone sulla testa nelle vicinanza della location delle preghiere di venderi, e dopo alcune ore e' deceduto.
  • L'identita' di un'altro manifestante e' stata rivelata; Amir Housain Toofanipoor e' stato ucciso con colpi di pistola il 25 Khordad nella Piazza Azadi.

  • Professore Akhavan, l'ex procuratore del tribunale di Yugoslavia ha detto: anche se non abbiamo la prova concreta, ma le notizie dalle prigioni dell'Iran dimostrano la violazione dei diritti dell'uomo. Nonostante abbia menzionato che forse ci vorra' del tempo prima di catturare le persone responsabili, ha augurato che un giorno i responsabili possano essere portati al tribunale e processati.

  • Secondo i rapporti di IRNA, ONU ha escluso la proposta di Shirin Ebadi and alcuni altri vincitori del premio Nobel per la pace, di inviare rappresentanti in Iran. La segnalazione dice che merlcoledi Ban Ki-Moon non ha consentito con questa idea dicendo: " al momento sto monitorando personalmente io la situazione in Iran" , ha anche detto che alcuni commissari dell'ONU hanno evidenziato la situazione in Iran e insistito sulla gravita' della situazione.
  • Il procuratore del tribunale in merito ai prigionieri che dovranno essere processati nelle prossime settimane, ha detto: gli eventi recenti dopo le elezioni in Iran hanno fatto emergere molti aspetti in questo paese. Ci aspettavamo che la gente confrontasse l'intereferenza straniera ma sfortunatamente abbiamo visto che la gente ha seguito le loro buggie. Tuttavia il numero di queste i non e' alto e devono ancora essere processati e i loro crimini sono:

1. Attacchi alle stazioni militari con gli armi da fuoco
2. Attacchi e dando fuoco agli uffici governativi
3. Distruzione di proprieta' pubblica
4. Istigazione della gente
5. Contatti con gruppi anti-governativi chiamati "Monafeghin"
6. Attacchi al personale para-militare
7. Distruzione di proprieta' privata
8. Fornire notizie ai media stranieri
9. Distrubuzione dei volantiti tra la gente
e in fine dovrei aggiungere che i loro casi saranno inviati al tribunale al piu' presto e la gente sara' notificata dalla decisione del tribunale.


  • Saeed Shariati un membro della campagna di Mir Hossein Musavi e' stato arrestato sul mandato del Giudice Judge Mortazavi. Agenzia Norooz ha riportato mercoledi che e' stato preso da casa sua e trasferito in una location sconosciuta. Non ci sono notizie in merito alle sue accuse. era gia' stato arrestato nel 2000 (1979) con Shirin Ebadi e Amir Farshad Ebrahimi, per solo un giorno.
  • Alireza Davoodi e' stato arrestato dalle forze di sicurezza Giovedi 24 Bahman 1387 a casa sua. Era rilasciato su cauzione di 100 milioni di Tooman ($100,000). Durante il period di detenzione e' stato sottoposto a tanta pressione fisica e psicologlica e dopo il rilascio e' morto a casa sua a causa della depressione acuta.

Alireza Davoodi lo studente del corso di ragioneria era il portavoce degli studenti che desideravano la liberta' e ugualianza, nell'universita' di Isfahan. Prima del suo arresto era stato bannato dagli studi a causa delle sue attivita' politiche.

No comments:

Post a Comment